Info 085 949 2699info@geomondoviaggi.com
Francia Parigi tour eiffel Offerta Speciale
Intro

5 giorni a Parigi

Francia Parigi tour eiffel Offerta Speciale

Cari amici,

Visitare Parigi alla fine di questa lunga pandemia e in estate ti consente di vivere la città come se fosse tua: i parigini vanno via, in vacanza , le strade sono meno affollate e l’atmosfera è più rilassata.
Annoiarsi è impossibile nella “Ville Lumière”, avrai solo l’imbarazzo della scelta.
Lascia nell’armadio gli abiti invernali e seguici, ti mostreremo i principali monumenti di Parigi con il fidato accompagnatore dell’agenzia .
Il Covid-19 ha creato disponibilità in alberghi centrali ,1° arrondissement , a prezzi umani.
Per i voli meglio scegliere gli aeroporti di Parigi Charles de Gaulle e l’aeroporto di Paris Orly, evitando l’ aeroporto di Beauvais troppo lontano.

Programma delle visite:

1° GIORNO

Pineto – Giulianova – Teramo – L’Aquila – Roma – Parigi.
Trasferimento in pullman da Pineto-Giulianova-Teramo-L’Aquila per Roma aeroporto. Arrivo previsto all’aeroporto con due ore di anticipo. Arrivo a Parigi in mattinata. Trasferimento in metro al centro di Parigi, 1° arrondissement . Sistemazione in hotel e pomeriggio a disposizione per le prime visite sempre con accompagnatore. Cena libera. Pernottamento

2° GIORNO

Parigi
Prima colazione in hotel. Iniziamo la nostra avventura da uno dei monumenti più emblematici della città che è sempre un’emozione vedere o rivedere: la Tour Eiffel. Costruita per l’Esposizione Universale del 1889 e per il centenario della Rivoluzione Francese, doveva inizialmente essere un’aggiunta temporanea al panorama parigino e fu molto criticata dagli esteti del tempo. All’interno vi sono ascensori, ma di portata limitata, e vi è anche uno dei ristoranti più eleganti di Parigi. Di fronte alla Torre Eiffel, oltre la Senna, visitiamo i giardini del Trocadéro con le Palais de Chaillot progettato in stile neoclassico per l’Esposizione di Parigi del 1937, oggi sede di un teatro, un cinema e di due musei. Percorrendo l’avenue d’Iéna si arriva a Place de Gaulle, con 12 strade che formano una stella e al centro l’arco di Trionfo, molto conosciuto, ma il monumento merita una sosta più attenta ,le sculture, gli elenchi delle battaglie vittoriose. Il monumento fu innalzato da Napoleone per celebrare la vittoria riportata nella battaglia di Austerlitz nel 1805. Oggi l’arco accoglie la tomba del Milite Ignoto ed è possibile accedere all’interno per ammirare dall’alto un suggestivo panorama sulla città. Si prosegue a piedi lungo l’Avenue des Champs Elysées adorna ai lati di giardini, fontane e padiglioni con sosta a Le Lido, famoso bistrot internazionale, fino ad arrivare a Place de la Concorde, dominata al centro dall’obelisco di Luxor del XIII a.C. , conosciuta anche perché vi fu montata la prima ghigliottina durante la rivoluzione francese. Ma prima di arrivare a Place de la Concorde è doverosa una deviazione per ammirare le Grand Palace con il tetto completamente in vetro e le Petit Palace che oggi ospita il Museo delle Belle Arti della città di Parigi con un’esposizione di oggetti d’arte medievale, rinascimentale e del ‘700, dipinti, disegni e mobili. Oltre il Grand Palace scorre la Senna con le Pont Alexandre III, il ponte più elegante della città con decorazioni in Art Nouveau e, tempo permettendo, si potrà visitare Les Invalides, un imponente edificio tardo seicentesco destinato a ricovero per soldati feriti, vecchi o storpi garantendo loro sussistenza. L’interno ospita anche la tomba di Napoleone. Non lontano da qui, lungo la Senna, presso il ponte de l’Almà si trova l’approdo dei Bateaux Mouches, per il giro in battello meglio attendere il buio, perché i ponti vengono illuminati ma anche la tour Eiffel, il battello arriva fino all’ Île de la Cité, per un’esperienza indimenticabile.

3° GIORNO

Parigi
Prima colazione in hotel. La visita che non può mancare ,Notre Dame, la cattedrale di Parigi andata a fuoco nel 2019 , ma non distrutta. Sull’ Île de la Cité, è un capolavoro dell’architettura gotica francese. Dall’Île de la Cité attraversando un ponte, all’ Île Saint Louis arriviamo nel quartiere Marais, originariamente area paludosa poi divenuta zona residenziale con sontuosi palazzi, oggi alternati a boutique, piccoli ristoranti e negozi. Piazza des Vosges, situata nel quartiere Marais, venne realizzata nel 1605 ed è considerata una delle più belle per la perfetta simmetria: nove case su ciascun lato poggiano su arcate che oggi ospitano caffè alla moda e negozi di antiquariato. E proprio in questa piazza si trovsa la casa di Victor Hugo. Nel quartiere Marais, per chi vorrà approfittare del tempo libero, ci sono due musei da non perdere: le Musée Carnavalet che illustra la storia di Parigi dalla Preistoria fino al periodo Gallo-Romano; le Musée Picasso che ospita la più grande collezione al mondo dell’artista. La visita prosegue al quartiere Latino che prende il nome dagli studenti di latino che frequentavano la Sorbonne, la prima università francese qui edificata intorno alla metà del 1200. La zona, piena di librerie, gallerie d’arte e caffè, è generalmente associata ad artisti, intellettuali e a uno stile di vita bohémien. Davanti alla Sorbonne si trova ‘hotel Cluny del XV sec., uno dei pochi esempi rimasti a Parigi di edilizia residenziale di epoca medievale. Nel quartiere latino merita una visita la chiesa di St. Severin, elegante esempio di gotico fiammeggiante. Salendo sulla vicina collina di St. Genevieve si può raggiungere il Pantheon con la facciata che si ispira all’omonimo monumento di Roma. La chiesa, edificata da Luigi XV come segno di ringraziamento per essere sopravvissuto a una grave malattia, fu poi trasformata in un luogo di sepoltura di eroi nazionali e celebrità. Di ritorno, attraversiamo il quartiere del Lussemburgo, ai piedi della collina di St. Genevieve, con il Palazzo del Lussemburgo, oggi sede del Senato, e i giardini circostanti resi pubblici nel XIX sec. e molto cari ai parigini che vengono qui per rilassarsi. Proseguiamo passeggiando nel vicino quartiere di Montparnasse. La collina di Montparnasse venne rasa al suolo nel XVIII sec. per disegnare il Boulevard du Montparnasse, luogo di passeggiate in città. Il quartiere è stato frequentato da impressionisti e cubisti diventando famoso per la sua vita artistica. Qui si trova la Tour Montparnasse, un grattacielo di 59 piani, e il cimitero dove sono sepolti Baudelaire, Sartre, Simone de Beauvoir. Accanto alla stazione ferroviaria di Montparnasse si trova la Galleria Lafayette, un grande e famoso centro commerciale nato alla fine del 1800. Cena libera nel quartiere latino dove sono concentrati buoni ristoranti a costi accettabili.

4° GIORNO

Parigi
Prima colazione in Hotel. La mattinata sarà dedicata alle visite museali: il museo d’Orsay e il Louvre a scelta, ambedue di importanza mondiale, situati l’uno di fronte all’altro e separati dalla Senna. Il museo d’Orsay, costruito sui resti di una vecchia stazione ferroviaria, è celebre per i numerosi capolavori dell’impressionismo e del post impressionismo; espone varie forme d’arte sviluppatesi tra la metà del 1800 e gli inizi del 1900 dipinti, sculture, arredi, oggetti decorativi e gioielli. Ma se siete a Parigi per la prima volta allora è consigliabile visitare prima il museo del Louvre. Si accede dalla Piramide di vetro ed è pportuno prenotare in anticipo evitando così lunghe attese. Il museo, che vanta tra le collezioni d’arte più importanti al mondo, è ospitato in un edificio costruito nel 1190 come fortezza difensiva contro le incursioni vichinghe, successivamente trasformato in un edificio rinascimentale, ampliato e migliorato nel corso dei secoli. Considerata la vastità delle raccolte e qualora si voglia limitare la visita ad una mezza giornata, consigliamo di vedere esclusivamente la Galleria degli Italiani. E’ possibile sostare per il pranzo all’interno del Louvre dove trovare più ristoranti internazionali, ottimi ed economici. Nel pomeriggio, Place Vendome, uno dei più begli esempi di eleganza settecentesca parigina, dove dimorarono celebri personaggi tra cui Fryderyk Chopin, César Ritz che vi fondò l’omonimo hotel e proprio nei palazzi adiacenti l’architetto François Mansart nel XVII sec. progettò e realizzò le prime mansarde. Sacré-Coeur, una basilica neoromanica edificata in cima alla collina nel 1870 e non lontano da qui è le Moulin Rouge, locale famosissimo per gli spettacoli di cabaret dove è nato il cancan.

5° GIORNO

Parigi / Roma-L’Aquila-Teramo
Prima colazione. Mattina a disposizione per acquisti e visite individuali. Consigliamo di visitare il centro Pompidou o anche Beaubourg, una delle maggiori attrattive di Parigi. L’edificio, in stile high-tec, è stato progettato dagli architetti Richard Rogers, Renzo Piano e Gianfranco Franchini per ospitare mostre. All’interno sono esposte opere di Matisse, Picasso, Mirò e Pollock. Nel tardo pomeriggio o serata ritrovo in hotel per il trasferimento prima in metro per l’aeroporto. Arrivo a Roma e proseguimento in bus per L’Aquila e Teramo.

Informazioni Aggiuntive

LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE MIN.8 PERSONE € 600 PP+VOLO €200 AD OGGI
Supplemento singolo su richiesta
La quota comprende : sistemazione HTL 3 STELLE, a Parigi + trasferimenti Bus Teramo-l’Aquila-Roma Ciampino e Parigi per hotel + accompagnatore per tutto il viaggio+ Assicurazione sanitaria Unipol-Sai

Tua Recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this by clicking on a star below: *